Dopo il successo della prima edizione, torna l’appuntamento con Connext, l’evento nazionale di partenariato industriale di Confindustria, dove le imprese si incontrano, si confrontano, si alleano e condividono percorsi di crescita. Nato per “rafforzare l’ecosistema del business in una dimensione di integrazione orizzontale e verticale, di contaminazione con il mondo delle startup e di crescita delle filiere produttive” Connext verrà ospitato il 27 e 28 Febbraio al MiCo (Milano Convention Centre).

L’iniziativa, che ha registrato nella precedente edizione 7 mila ingressi e 2500 incontri B2B, torna con una formula ancora più ricca ed interattiva, presentando, oltre agli eventi, laboratori per le imprese trasversali e tematici, che si concentrano su argomenti di grande attualità come la domanda per l’innovazione, la finanza di progetto, le reti d’impresa e l’open innovation. I laboratori sono stati pensati per favorire lo sviluppo di conoscenza, incentivare le relazioni e la collaborazione tra realtà imprenditoriali.

Potenziato anche il Marketplace digitale, la piazza online dove le imprese programmano nuovi incontri e appuntamenti b2b, favorendo un corretto matching tra realtà imprenditoriali. Grazie ad una più efficace profilazione dei partecipanti sulla piattaforma digitale e ad una migliore gestione dello spazio fisico del MiCo, l’evento si snoda attraverso quattro driver tematici (Fabbrica Intelligente; Le città del futuro; Pianeta sostenibile; La persona al centro del progresso) ponendosi come un efficace punto d’incontro tra imprese che vogliono conoscere le sfide del futuro e la competizione di domani, anticipando le tendenze sulle quali orientare il proprio business.

Tra le novità più interessanti, la forte attenzione riservata alle filiere, con l’identificazione di imprese leader nel ruolo di capofila e la visibilità data a prodotti ‘flagship’, ovvero quei prodotti nati dall’interazione di più filiere e intorno ai quali si sviluppano opportunità di networking. La loro identificazione come prodotti “simbolo” intende favorire l’identificazione delle filiere e le possibili alleanze e collaborazioni tra imprese che condividono obiettivi e visioni per il futuro.

Ampliata infine la vocazione internazionale verso tutte le imprese estere e le delegazioni straniere interessate a partecipare, come ad esempio Businessmed, che ha recentemente dato vita ad interessanti iniziative come la Ebsomed Accademy di Ravenna. Attese tante realtà provenienti dai paesi del Mediterraneo e dell’Africa, dell’Europa centro-orientale, della Russia e dell’Unione Europea.