Bando Faber: 7,5 milioni per l’ottimizzazione e l’innovazione dei processi produttivi

bando-faber-regione-lombardia

Apertura: 10 Luglio 2019 – Chiusura: 12 Agosto 2019

Apre oggi il nuovo sportello del ‘Bando FABER’: 7.250.000 euro (più altri 2 milioni per la lista d’attesa delle richieste) da stanziare per l’ottimizzazione e l’innovazione dei processi produttivi di piccole e medie imprese manifatturiere, edili e artigiane che abbiano almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e che siano attive da almeno 24 mesi alla data di presentazione della domanda.

L’agevolazione si configura come contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese considerate ammissibili, nel limite massimo di € 30.000. L’investimento minimo è fissato in € 15.000.

Su proposta dell’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, il bando Faber tiene conto del potenziale fabbisogno già espresso dal mondo imprenditoriale regionale con il precedente sportello e rende disponibili risorse finanziarie certamente allettanti.

Tipologia di spese ammissibili:

Sono ammissibili investimenti produttivi, incluso l’acquisto di impianti e macchinari inseriti in adeguati programmi di investimento aziendali volti a:

  • ripristinare le condizioni ottimali di produzione mediante interventi di ammodernamento macchinari, impianti e attrezzature anche mediante, a titolo esemplificativo, l’utilizzo di tecnologie digitali;
  • massimizzare l’efficienza nell’utilizzo di fattori produttivi, quali l’energia e l’acqua mediante, a titolo esemplificativo, interventi di riduzione del consumo di materie prime e altre risorse, comprese quelle energetiche;
  • interventi di riduzione dell’impiego di sostanze pericolose;
  • interventi di riduzione di rifiuti; interventi di riduzione delle emissioni inquinanti;
  • ottimizzare la produzione e gestione dei rifiuti favorendo la chiusura del ciclo dei materiali mediante, a titolo esemplificativo, interventi di riduzione al minimo della produzione di scarti di lavorazione;
  • interventi per la gestione degli scarti del processo produttivo come sottoprodotti;
  • interventi per il reimpiego di alcune componenti o dell’intero prodotto, giunto alla fine di un ciclo di vita, a seguito di processi di manutenzione.

Gli interventi devono essere realizzati unicamente presso la sede operativa o l’unità locale ubicata in Lombardia oggetto di intervento.

Nello specifico il Bando Faber si riferisce a voci di costo relative ad acquisto e relativa installazione di nuove immobilizzazioni materiali e immateriali, che riguardano esclusivamente:
a) macchinari e impianti di produzione nuovi e attrezzature nuove strettamente funzionali alla realizzazione del programma di investimento e finalizzati agli investimenti ammissibili;
b) macchine operatrici;
c) hardware, software e licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali;
d) opere murarie connesse all’installazione dei beni materiali e nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili.

Per maggiori informazioni scrivici utilizzando il form sottostante.

Come possiamo aiutarti?

Contatta un nostro consulente o inviaci una richiesta online.