POR FESR 2014/2020. Azione 3.3.1. Contributo a fondo perduto a sostegno di servizi consulenziali per l’internazionalizzazione delle imprese.

Il bando intende favorire l’attivazione di servizi consulenziali a sostegno dell’internazionalizzazione, delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) localizzate sul territorio regionale, che si presentano in forma singola sui mercati internazionali, con l’obiettivo di rafforzare la competitività, favorire l’internazionalizzazione e la promozione dell’export.

Cosa Finanzia?

Rientrano in questo Avviso tutti i servizi di consulenza qualificata orientati a supportare le imprese nel percorso d’internazionalizzazione in Paesi dell’UE ed extra UE. Non sono finanziabili servizi di consulenza rivolti alla delocalizzazione dell’impresa e a tutte le attività aventi ad oggetto la vendita diretta.

Per supporto specialistico all’internazionalizzazione si intende un’attività di consulenza volta ad assicurare all’impresa un affiancamento durante le fasi del processo di internazionalizzazione a cui sono interessate, dalla crescita nel breve-medio periodo alla fase di apertura a nuovi mercati esteri, avvalendosi anche dei nuovi strumenti digitali, e/o al potenziamento di quelli esistenti.

Sono ammissibili i seguenti servizi:

1)  “Supporto all’internazionalizzazione”: per il rafforzamento, in via temporanea, delle funzioni aziendali essenziali per il processo di internazionalizzazione, tramite la disponibilità di un Temporary Export Manager (TEM). I TEM dovranno essere individuati esclusivamente tra le società iscritte nell’apposito elenco del MISE (Allegato 6). Potrà essere attivato un contratto di assistenza massimo di 6 mesi per un importo massimo di euro 14.000,00.

2) “Servizi per l’internazionalizzazione”: per assistenza legale inerente alla contrattualistica internazionale, la gestione delle controversie e recupero dei crediti con riferimento a mercati esteri, consulenza fiscale su aspetti inerenti la fiscalità societaria e commerciale in contesti internazionali, consulenza doganale su aspetti tecnici, legislativi e procedurali connessi all’import/export; ideazione e realizzazione di design e brand per la penetrazione nei mercati esteri.

3) “Promozione sui mercati esteri”: per l’adeguamento di siti web, portali e altri ambienti web-based in inglese o nella lingua del/i Paese/i target; consulenze per l’attivazione e iscrizione  a piattaforme di e-commerce B2C o B2B esistenti, per la realizzazione di attività di web marketing rivolte ai mercati target.

4) “Servizi per l’adeguamento tecnico ai mercati internazionali” : per ottenere certificazioni estere di prodotto, la registrazione dei diritti di privativa industriale (marchi e brevetti) all’estero per ottenere certificazioni di qualità comunque conformi alle pertinenti norme europee e che agevolano la penetrazione su determinati mercati esteri

 Come mi finanzia?

L’agevolazione è concessa in conto capitale sotto forma di Voucher secondo le seguenti aliquote:

  • per i servizi di “Supporto all’internazionalizzazione”: 50% fino a un max di 7.000,00 euro di contributo pubblico
  • per i “Servizi per l’internazionalizzazione”:50% fino a un max di 3.500,00 euro di contributo pubblico
  • per i servizi di “Promozione sui mercati esteri”: 50% fino a un max di 3.500,00 euro di contributo pubblico
  • per “Servizi per l’adeguamento tecnico ai mercati internazionali”: 50% fino a un max di 3.500€  di contributo pubblico

Chi può partecipare?

L’agevolazione è rivolta a tutte le micro, piccole e medie imprese localizzate nel territorio umbro.

Quali sono i tempi di presentazione delle domande?

Le domande di sostegno devono essere presentate entro il 1 marzo 2019.

 

Per maggiori informazioni scrivici utilizzando il form sottostante.

Come possiamo aiutarti?

Contattaci o inviaci una richiesta online.