Regione Lazio, in arrivo il voucher da 5 milioni per l’internazionalizzazione

voucher-internazionalizzazione-lazio

18 milioni in tre anni per l’internazionalizzazione

Dopo l’approvazione del piano 2019-2021 che stanzia 18 milioni di euro per l’internazionalizzazione del sistema produttivo regionale (15 dei quali finanziati con fondi europei del POR FESR 2014-2020), c’è grande attesa per il primo voucher dal valore di 5 milioni di euro, in attivazione tra qualche settimana.

Come dichiarato da Gian Paolo Manzella, assessore allo sviluppo economico della Regione Lazio, i mercati esteri rappresentano una sfida cruciale per le aziende, un vero e proprio “volano per rafforzare l’economia del territorio, valorizzare le sue specialità e le sue eccellenze”.
L’obiettivo del bando è quello di incentivare l’export soprattutto delle micro, piccole e medie imprese del territorio. Nello specifico, il bando nasce per sostenere le imprese aumentando la loro presenza in fiere ed eventi di settore, assumendo figure professionali adeguate come gli export manager e, in generale, accrescendo il bagaglio di conoscenze in tema di internazionalizzazione, per essere pronte ad affrontare le sfide dei nuovi mercati.

Chi e cosa finanzia

I destinatari sono le micro piccole e medie imprese, inclusi i liberi professionisti con partita IVA, con una sede operativa nel Lazio (al più tardi aperta al momento della richiesta della prima erogazione). I progetti inclusi nel bando riguardano sia la partecipazione a manifestazioni fieristiche, saloni internazionali ed eventi commerciali, sia l’acquisizione di servizi TEM (Temporary Export Management) per l’internazionalizzazione.

Nello specifico, vengono identificate due tipologie di finanziamento: nella prima rientrano le spese connesse alla partecipazione a manifestazioni fieristiche, quali ad esempio l’affitto di spazi espositivi, l’inserimento nel catalogo dell’evento, la progettazione e allestimento dello stand, il trasporto e l’assicurazione dei materiali, i servizi di interpretariato e hostess, la produzione di materiali promozionali. La seconda tipologia di costi ammissibili riguarda invece le prestazioni di servizi a supporto dell’internazionalizzazione, quali ad esempio l’acquisizione di competenze di management, tecniche, tecnologiche, tra le quali il Program Manager, l’Innovation Manager, l’Export Manager. E ancora: le analisi e le ricerche di mercato, l’affiancamento nell’individuazione di potenziali partner e nell’identificazione/acquisizione di nuovi clienti, assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale, lo sviluppo di competenze o il supporto specialistico per realizzare incontri b2b e per l’adeguamento del sito web e del materiale promozionale, il web marketing per il commercio on-line e le piattaforme e-commerce.

L’aiuto è concesso sotto forma di contributo a fondo perduto in misura compresa fra il 45% e il 70% dell’importo complessivo del Progetto. Le domande potranno essere presentate dalle ore 12:00 del 4 settembre e fino alle ore 12:00 del 31 ottobre 2019. E’ già prevista una seconda finestra, dal 4 marzo 2020 al 30 aprile 2020, come indicato sul portale Lazio Innova.

Per maggiori informazioni scrivici utilizzando il form sottostante.

Come possiamo aiutarti?

Contatta un nostro consulente o inviaci una richiesta online.