Promosso da Unioncamere ER e Regione Emilia-Romagna, il bando Digital Export 2022 nasce per supportare i percorsi di internazionalizzazione delle MPMI regionali, anche in ambito digitale.

Finalità del bando

Con questa misura si intende rafforzare la capacità delle imprese emiliano romagnole di operare sui mercati internazionali, individuando nuove opportunità di business nei mercati già serviti, o ricercando nuovi mercati di sbocco.

In particolare, si vogliono sostenere le imprese nel ricorso a servizi finalizzati a avviare o rafforzare la presenza delle MPMI all’estero (uno o due mercati esteri individuati); nonché incrementare la consapevolezza e l’utilizzo delle possibili soluzioni offerte dal digitale a sostegno dell’export.

I beneficiari del bando Digital Export 2022

Il bando si rivolge alle MPMI manifatturiere con codice ATECO (primario o secondario) appartenente alla sezione C, che soddisfino i seguenti requisiti:

  • Essere regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese presso la Camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura ed essere in regola con il relativo pagamento
  • Avere sede legale e/o unità locali in Emilia-Romagna
  • Avere un fatturato minimo di 500.000,00 Euro
  • Non superare con il presente bando il limite per usufruire dei contributi de minimis

Tipologia degli interventi ammessi

Il Bando Digital Export 2022 sostiene progetti di promozione su uno o al massimo due mercati esteri, articolato in almeno due dei seguenti ambiti di attività:

  • Servizi di consulenza di Temporary Export Manager e Digital Export Managerper l’implementazione di una strategia commerciale export e l’accrescimento delle capacità manageriali interne
  • Avvio e sviluppo della gestione di business online, attraverso l’utilizzo e il corretto posizionamento su piattaforme / marketplace / sistemi di smart payment internazionali
  • Partecipazione a convegni specialistici e a fiere di carattere internazionale, in presenza o virtuali, in qualità di espositori
  • Partecipazione a incontri B2B/B2C fisici o virtuali, con operatori dei Paesi esteri target individuati
  • Consulenze finalizzate all’ottenimento delle certificazioni aziendali indispensabili per rispondere alle richieste dei mercati esteri obiettivo
  • Attività di digital marketing, tra cui posizionamento sui motori di ricerca, vetrine digitali, social media management, digital advertising, SEO, DEM, SEM
  • Potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera

Tipologia di sovvenzione

Il bando Digital Export 2022 offre un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammesse, a partire da un importo minimo di € 5.000 € e fino ad un importo massimo di € 15.000. I contributi erogati con la ritenuta d’acconto del 4%

Modalità e tempistiche

Le richieste vanno trasmesse in modalità telematica attraverso il sistema Webtelemaco di Infocamere. Lo sportello sarà aperto dalle ore 9:00 del 10 Febbraio 2022 alle ore 14:00 del 1° Marzo 2022. La domanda deve essere firmata digitalmente.

Articolo precedenteSACE e Roncucci&Partners: un accordo per favorire la crescita delle PMI
Articolo successivoINCHUBATORI: il nuovo servizio di supporto per PMI e Start-Up della Basilicata