Un nuovo account Instagram per potenziare la propria presenza digital e interagire in tempo reale con follower e influencer della moda, moltiplicando così le opportunità di promozione e di visibilità online.

E’ questa la nuova iniziativa di Italian Fashion verso Dubai, il progetto che coinvolge 14 aziende della Fashion Valley emiliano romagnola in un percorso strutturato di internazionalizzazione nel mercato mediorientale, promosso da Unioncamere Emilia-Romagna con il co-finanziamento della Regione.

Dopo il successo della prima edizione, il progetto è stato riconfermato all’inizio del 2020 ma si è ben presto dovuto scontrare con la pandemia di Covid-19, che ha limitato le possibilità di organizzare spostamenti, missioni schedulate e incontri b2b.

Nonostante le evidenti difficoltà, il progetto ha saputo adattarsi rapidamente alla nuova situazione, ripensandosi in un’ottica digitale trasformando la propria agenda e mettendo in campo una serie di attività a distanza per approcciare e promuoversi in nel mercato target nonostante la limitata possibilità di spostarsi fisicamente.

Negli ultimi mesi il ruolo del digital ha infatti svolto un ruolo fondamentale per sviluppare alcune iniziative di progetto, tra cui si contano due infolab formativi per le aziende partecipanti e una serie di meeting online, organizzati allo scopo di intensificare la propria collaborazione con player della moda operativi nell’area mediorientale. Tra le iniziative da sviluppare in ottica digitale, non poteva certo mancare Instagram, il social network d’eccellenza per la promozione dei brand della moda.

Instagram, la vetrina digitale della moda

Instagram viene comunemente considerato il social network per eccellenza nel campo della moda, dove i fashion brand di tutto il mondo trovano spazio per presentarsi e farsi conoscere. Negli ultimi anni Instagram si è affermato come una vetrina online di estremo interesse, capace di trasformare il rapporto dei consumatori con il fashion, dare vita a nuove forme di relazione tra i brand e i propri follower e modificare le modalità di acquisto e di engagement esistenti.

Basandosi sulla pubblicazione di immagini e video, Instagram è il luogo perfetto dove dare visibilità ai propri prodotti, grazie anche al crescente fenomeno degli ‘influencer’ della moda, veri e propri portavoce di stile e tendenze di settore, a cui gli utenti guardano per cercare ispirazione su nuovi outfit e capi da acquistare.

Una tendenza che nel Middle East trova grande espressione, grazie al ruolo svolto da città come Dubai o Abu Dhabi come nuovi fashion hub di importanza mondiale, ma anche alle specifiche caratteristiche e tendenze di questo mercato, caratterizzato da un pubblico giovane, social e sempre più green.

E un progetto come Italian Fashion verso Dubai, rivolto proprio al mercato emiratino della moda, trova nel nuovo account Instagram un’interessante vetrina per pubblicizzare i brand coinvolti e descrivere le prossime iniziative di progetto. Grazie alla collaborazione avviata con l’agenzia di comunicazione emiratina Twister Middle East, il progetto sta aumentando la sua visibilità nel territorio emiratino, attraverso la pubblicazione di articoli ed interviste sui principali mezzi di comunicazione locali, da Dubai TV a riviste specializzate, come ELLE Arabia, Hia Magazine, UAE News, Al Roeya, Al Khaleej, The fashion with style e Nawa3em. A questo si aggiunge il coinvolgimento di importanti influencer emiratine come Haifa Zakaria Arora, Karol Yammine, Leyla Brunton, Miriam Abadi e Roawmin Madhavji, che stanno promuovendo i nostri brand Made in Italy attraverso i loro account Instagram.

Il profilo delle aziende partecipanti

Alla seconda edizione del progetto partecipano 14 aziende emiliano-romagnole caratterizzate da core business molto differenti ma dalla stessa eccellenza che ha fatto il Made in Italy grande nel mondo: alta qualità dei materiali utilizzati ed abilità artigianale e manufatturiera.
Tra i protagonisti della seconda edizione di Italian Fashion verso Dubai, troviamo la luxury lingerie in fibra d’argento firmata C.ALLA, le stole in seta e cashmere di Orequo , i gioielli di Leonori Gioielli e la bigliotteria artigianale di Labam. Tra le linee di abbigliamento, la streetwear maschile di Absolute Joy, l’abbigliamento femminile di Pinko, Gil Santucci, Rosanna Pellegrini, e Susymix. E ancora, trovano spazio nel progetto la moda femminile di ispirazione africana di Modaf Designs, l’abbigliamento in angora, shearling, cashmere e camoscio di Artico, gli accessori fashion di Modaitalia2 e gli accessori di pelle maschili e femminili di A&A e la moda sostenibile di La Venenta, capace di coniugare materiali da riciclo con design di moda.